Skip to main content
Glossario

Il glossario del fotovoltaico

21/07/2022 / By Amara NZero
I termini e le abbreviazioni che rinviano alla tecnologia del fotovoltaico e alla sua gestione sono diventati in pochi anni sempre più numerosi e frequenti nell’uso. In questo articolo andremo a scoprire definizioni, significato e spiegazioni sui termini italiani e inglesi che più di frequente ricorrono quando si parla di energia solare e di fotovoltaico.
glossario
Non conosci qualche termine? Ricercalo nel nostro Glossario!

Mostra: 6 / 12 / 24 Cerca:
glossario del fotovoltaico
Termine Significato
Accumulatore elettrochimico Dispositivo che converte l’energia chimica in energia elettrica tramite un processo di ossido-riduzione. L’accumulatore può essere caricato fornendo energia elettrica che viene restituita durante il processo di scarica. Più accumulatori collegati formano una batteria di accumulo elettrochimico.
Albedo La rifrazione della luce solare prodotta dall’ambiente circostante. Dipende dal materiale sotto al generatore fotovoltaico (asfalto, calcestruzzo, erba, tegole chiare, tegole scure…).
Altezza del Sole Nel piano verticale, angolo tra la direzione del sole e l’orizzonte, misurato positivamente da questo durante la giornata.
Ampère [A] Unità di misura dell’intensità della corrente elettrica; equivale ad un flusso di carica in un conduttore pari ad un Coulomb per secondo.
Amperora [Ah] Quantità di elettricità equivalente al flusso di una corrente di un ampère per un’ora.
Angolo di elevazione Distanza angolare del sole rispetto al piano dell’orizzonte.
Angolo di inclinazione Angolo fra un pannello e il piano orizzontale (0° quando la superficie è orizzontale, 90° quando è perpendicolare al suolo).
Angolo d’incidenza Angolo fra un raggio incidente su una superficie e la sua normale (direzione perpendicolare alla superficie).
Arseniuro di gallio (GaAs) Composto chimico dotato di caratteristiche elettriche tipiche dei semiconduttori. Viene utilizzato per produrre celle ad altissimo rendimento, anche se generalmente limitate all’uso spaziale a causa dei notevoli costi di produzione.
Autoconsumo Quota dell’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico per il consumo in loco.
Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) Organismo indipendente, istituito in Italia con la Legge del 14 novembre 1995 n. 481, con funzioni di regolazione e di controllo dei servizi pubblici nei settori dell’energia elettrica e del gas.
Azimut Nel piano orizzontale, angolo fra una direzione qualunque ed il Sud, misurato in senso orario a partire dal Sud.
Back contact Tipo di celle dove i contatti non sono deposi sulla superficie attiva delle celle, ma invece integrati in fondo al modulo.
Balance of system (BOS) L’insieme delle apparecchiature elettriche altre che i moduli FV: cavi, interruttori, inverters, sistemi di controllo e di misura, batterie e strutture di fissaggio dei pannelli.
Batteria al Nickel-Cadmio Accumulatore formato da piastre di Nickel e di Cadmio immerse in un elettrolita alcalino.
Batteria al Piombo-Acido Accumulatore formato da piastre di Piombo puro, Piombo-Antimonio o Piombo-Calcio immerse in un elettrolita acido (normalmente acido solforico: H2SO4).
Batterie di accumulo Dispositivi di accumulo di energia elettrica, generalmente collegati insieme, che permettono di ottenere tensioni o correnti, potenze o capacità elettriche superiori a quelle prodotte dai singoli elementi che li compongono. Nella fase di carica vengono usati per immagazzinare energia elettrica, che viene in seguito restituita nella fase di scarica.
BiPV (Building Integrated Photovoltaics Acronimo di “Building Integrated Photovoltaics”, si riferisce a quegli elementi fotovoltaici che sono parte integrante di un edificio mentre producono energia elettrica al stesso tempo.
Campo fotovoltaico L’insieme di moduli fotovoltaici che compongono un impainto, connessi elettricamente tra loro (in serie o in parallelo).
Capacità della batteria [Ah] La quantità di elettricità accumulata dagli accumulatori ed erogabile, ad un determinato regime, e ad una tensione costante. Si misura in Amperora [Ah].
Cassetta di terminazione Contenitore a tenuta stagna fissato sul retro di un modulo fotovoltaico contenente i morsetti dei cavi elettrici positivo e negativo.
Cella a film sottile Cella della seconda generazione che sfrutta la deposizione di un sottilissimo strato di materiali semiconduttori. Queste celle sono caratterizzate da un minor costo di produzione. Diversi materiali semiconduttori possono essere usati per questa tecnologia: silicio amorfo e micromorfo, CdTe (tellururo di cadmio), CIS (diseleniuro di rame ed indio), ecc..
Cella fotovoltaica L’elemento base del modulo fotovoltaico; è costituita da materiale semiconduttore, nella maggior parte dei casi silicio, opportunamente drogato. E’ in grado di convertire la radiazione solare in elettricità. Le sue caratteristiche elettriche sono le seguenti: ogni cella, indipendentemente dalla sua area fornisce ai suoi capi circa 0.5V di tensione e corrente proporzionale all’area.
ChiloWatt [kW] Multiplo dell’unità di misura della potenza (Watt=VoltxAmpere), pari a 1.000 Watt.
ChiloWattora [kWh] Unità di misura dell’energia consumata in un’ora da un apparecchio avente potenza pari a 1 kW.
Ciclo di vita di una batteria Valore convenzionale che indica il numero di cicli di carica e scarica che la batteria può effettuare prima di cessare il funzionamento. Esso di solito è accompagnato da limitazioni sulle modalità dei cicli di carica e scarica.
Coefficiente di temperatura Indica la riduzione di potenza di un modulo fotovoltaico all’aumento di un grado della temperatura
Coefficiente termico Vedi “Coefficiente di temperatura”
Collegamento in parallelo Collegamento di due o più moduli fotovoltaici che permette di ottenere un aumento della corrente disponibile in uscita mantenedo inalterata la tensione nominale.
Collegamento in serie Collegamento di due o più moduli fotovoltaici che permette di ottenere un aumento della tensione in uscita mantenendo inalterata la corrente nominale.
Concentratore solare Famiglia di fotovoltaico che permette di sfruttare la capacità di concentrazione solare delle Lenti di Fresnel per concentrare i raggi solari “paralleli” nel punto focale della lente.
Contatore Apparecchio meccanico o elettronico predisposto al conteggio dell’energia prodotta e/o consumata.
Contatti elettrici Si basa sul fenomeno fotoelettrico secondo il quale la luce incidente su un semiconduttore a stato solido (cella fotovoltaica) genera energia elettrica.
Convertitore CC/CA Dispositivo elettrico che converte la corrente continua in corrente alternata.
Cornice Parte esterna dei moduli che serve alla protezione del modulo stesso ed in grande parte per il suo fissaggio.
Corrente Fusso di cariche elettriche nel tempo; in particolare è il flusso che scorre in un conduttore tra due punti aventi una differenza di potenziale (tensione). Si misura in Ampère [A].
Corrente alternata (AC) Tipo di corrente dove il flusso di elettroni cambia direzione con una frequenza regolare.
Corrente alternata trifase Metodo di trasporto e di utilizzo dell’elettricità basato su tre correnti alternate aventi la stessa frequenza ma sfasate tra loro. Il vantaggio è che si hanno meno perdite nel trasporto dell’energia elettrica.
Corrente continua (DC) Flussi di elettroni si muovono sempre nella stessa direzione all’interno di un conduttore. L’unità di misura della corrente è l’Ampère [A] che corrisponde al flusso di 1 Coulomb (ovvero 6.2 x 1018 elettroni) al secondo.
Datalogger Dispositivo elettronico per la raccolta e la memorizzazione di misure sperimentali.
Derating termico Riduzione controllata della potenza dell’inverter per proteggere i componenti dal surriscaldamento.
Diagramma solare Rappresentazione oina in coordinate rettangolari della traiettoria del sole nel cielo. Le coordinate utilizzate sono: l’altezza e l’azimut solari, che definiscono la posizione del sole in un istante preciso.
Diodi di Bypass Componenti della scatola di giunzione a protezione delle singole connessioni seriali all’interno di un modulo.
Dispositivo fotovoltaico Cella, modulo, pannello, stringa o campo fotovoltaico.
Drogaggio Introduzione in quantità molto piccole di impurità (elementi droganti) all’interno del materiale semiconduttore, al fine di “disturbare” la perfezione cristallina dello stesso e dare origine a un sensibile aumento delle capacità elettriche intrinseche.
Efficienza [%] Rapporto tra la potenza (o l’energia) in uscita e la potenza (o l’energia) in ingresso ad un dispositivo (ad esempio inverter).
Efficienza di conversione [%] Rapporto tra l’energia elettrica prodotta da un modulo fotovoltaico di un metro quadro e l’energia solare incidente su un metro quadro di superficie in condizioni nominali (irraggiamento: 1000W/m2, Temperatura: 25°C ).
Energy Payback Time (EPBT) Tempo di ritorno energetico – Si tratta del tempo, misurato in anni, necessario ad un sistema fotovoltaico completo (moduli+cavi+apparecchi elettronici) per produrre l’energia spesa per la sua produzione.
Energy Return Factor (ERF) Fattore di ritorno energetico – Rapporto tra l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico durante la sua vite e l’energia utilizzata per la sua produzione.
EVA Acronimo di Etilene-vinil-acetato, è il materiale plastico utilizzato per la costruzione dei pannelli e costituisce l’involucro in cui vengono collocate le celle fotovoltaiche, collegate tra loro in serie. L’EVA viene fuso ad una temperatura di 150°C per mezzo di forni ad aria.
Fattore di ombreggiamento Indica l’area di un dispositivo fotovoltaico che mediamente non è esposta a irragiamento diretto. Se si considera, ad esempio, un fattore di ombreggiamento pari a 0.95, allora significa che il 5% dell’area captante del dispositivo fotovoltaico sarà mediamente in ombra.
Fattore di riempimento In un dispositivo fotovoltaico corrisponde al rapporto fra la potenza di picco ed il prodotto ottenuto tra la tensione a circuito aperto (Voc) per la corrente di corto circuito (Isc). In inglese il termine diventa fill-factor.
Film sottile Tecnoclogia che utilizza la deposizione di un sottilissimo strato di materiali semiconduttori per la realizzazione della cella fotovoltaica. In questo modo si riescono ad ottenere pannelli flessibili.
Fotovoltaico Termine composto dalle parole “foto” (dal greco “luce”) e “voltaico” (dal nome dello scienziato italiano Alessandro Volta, tra i primi a studiare i fenomeni elettrici e inventore della pila).
Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) Società per Azioni, interamente posseduta dal Ministero del Tesoro responsabile delle attività di trasmissione e dispacciamento dell’energia elettrica, nonché della gestione unificata della rete di trasmissione nazionale
Grid-connetted Termine inglese usato per definire un impianto che lavora in parallelo con la rete di distribuzione.
Impianto on-grid Impianto collegato alla rete elettrica, per alimentarla o utilizzarla alla maniera di un accumulatore.
Impianto Fotovoltaico Insieme di moduli fotovoltaici, cavi, inverter e contatori, usato per la generazione di energia elettrica.
Impianto off-grid Impianto che funziona in modo autonomo, senza collegamento alla rete elettrica e generalmente con un sistema di batteria.
Incapsulamento Rivestimento in vetro e/o in plastica dei pannelli FV che serve alla protezione delle celle griglie di contatto.
Indice di produzione (Final Yield, Yf) Rapporto tra l’energia utilizzabile (all’uscita del inverter se presente) prodotta da un impianto in un dato periodo e la potenza nominale di questo impianto. L’indice di produzione si misura in [kWh/kWp].
Inseguitore di massima potenza (MPPT) Apparecchiatura elettronica che permette al regolatore di carica di inseguire costantemente il punto di massima potenza che il pannello è in grado di erogare in quel momento, a seconda dell’irraggiamento solare.
Insolazione globale L’irradiamento totale, dopo l’atmosfera terrestre, ricevuto da un dispositivo solare; per misurarlo si devono considerare molteplici fattori, tra cui sole, limpidezza dell’atmosfera e generali situazioni ambientali.
Inverter Vedi “Convertitore CC/CA”
Isc [A] Corrente di corto-circuito (short circuit current), quando il carico è pari a zero. Così come la potenza è data dalla corrente moltiplicata per la tensione, si ottiene anche la curva P(V) della potenza in funzione della tenisone quando il carico varia da zero all’infinito.
Laminato FV Modulo FV senza cornice, risultato dell’incapsulamento. Si presenta sotto forma di sandwich vetro-vetro, vetro-PVF oppure di un vetro isolante.
Mismatching Fenomeno che provoca un rendimento medio dell’impianto fotovoltaico inferiore a quello medio dei singoli pannelli per il fatto che in una catena di pannelli collegati in serie, la produzione di ogni pannello si adegua a quella del pannello più debole.
Microinverter Dispositivo plug-and-play che converte la corrente continua generata da un singolo modulo solare in corrente alternata.
Modulo fotovoltaico Dispositivo che converter la luce solare in energia elettrica.
Net metering Conteggio dell’energia totale prodotta da un impianto fotovoltaico e immessa nella rete elettrica in rapporto alla quantità di energia utilizzata dall’utente finale.
Ohm (Ω) Unità di misura della resistenza elettrica e si misura in Ω. Si ha una resistenza di 1 Ω su un tratto di filo conduttore che, percorso da una corrente di 1 A, presenta al suo capo una differenza di potenziale di 1 V.
Ombreggiamento Ostacolo all’irraggiamento diretto che progetta un’ombra sulla totalità o su una parte di cella, modulo, stringa o impianto FV.
Orientamento La posizione in cui viene installato un modulo rispetto ai punti cardinali. La posizione ottimale si calcola rispetto agli angoli di azimut e tilt. Solitamente, però, l’orientamento è vincolato dalle condizioni architettoniche del sito di installazione.
Ottimizzatori fotovoltaici Componenti del sistema fotovoltaico installate sul retro dei pannelli solari per collegare il singolo modulo con l’inverter in modo da renderlo indipendente dagli altri.
Pensilina Fotovoltaica Struttura a falda unica, in alluminio o legno lamellare, che svolge il ruolo di tettoia o di copertura. Adibita a vari usi, la pensilina è ricoperta di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
Perdite per riflessione L’irraggiamento che viene riflesso dalla superficie di un collettore o di un pannello oppure dalla superficie di una cella solare e che quindi non può più contribuire alla produzione di calore e di corrente.
Performance Ratio (PR) Rapporto tra l’indice di produzione Yf e l’indice di referenza Yr (l’energia teoricamente disponibile per kWp installato, [kWh/kWp]), sullo stesso periodo. Si misura in [%].
PID (Potential Induced Degradation) Perdita della capacità di generazione di energia di un pannello fotovoltaico a causa di una forte tensione negativa rispetto al potenziale verso terra.
Potenza [W] La potenza è un’energia prodotta nell’unità di tempo. Si misura in W = J/s (W = Watt; J = Joule; s = secondo). Dal punto di vista elettrico il W è la potenza sviluppata in un circuito da una corrente di 1 A [Ampère] che attraversa una differenza di potenziale di 1 V [Volt]. La potenza elettrica è quindi data dal prodotto della corrente per la tensione (AxV). Alcuni multipli del Watt sono: Chilowatt [kW] = 103 W Megawatt [MW] = 106 W Gigawatt [GW] = 109 W Terawatt [TW] = 1012 W
Potenza di picco [Wp] Potenza massima (o nominale) prodotta da un dispositivo fotovoltaico in condizioni di funzionamento standard definite da: irraggiamento = 1.000 W/m2 e temperatura = 25°C.
Potenza minima Equivalente alla potenza nominale meno il margine di tolleranza.
Potere calorifico Energia che un combustibile libera durante il processo di combustione. Si misura in kJ/kg. Carbone = 31.395 kJ/kg.
Producibilità Produzione annua netta dell’impianto espressa in KWh; la producibilità di un impianto fotovoltaico è sempre una previsione poiché si basa sui dati storici di produzione (ultimi 10 anni). Ci sono, tuttavia, variabili certe che influiscono sulla producibilità di un impianto fotovoltaico e queste sono, ad esempio, inclinazione, orientamento e fattore di ombreggiamento.
PVB Acronimo di polivinilbuttirale. Tipo di resina plastica usata per incollare l’incapsulamento delle celle FV tramite laminazione.
PVF Acronimo di polivinilfluoride. Tipo di resina plastica usata per incollare l’incapsulamento delle celle FV tramite laminazione. Tedlar® è un nome commerciale del PVF.
Quadro di sezionamento Quadro elettrico contenente i moduli per il collegamento fisico delle stringhe e delle linee di corrente alternata e continua e per la loro protezione con dispositivi di sicurezza idonei.
Radiazione diffusa Componente della radiazione solare ricevuta da una superficie captante dopo la riflessione della radiazione da parte dell’atmosfera.
Radiazione diretta Componente della radiazione solare che colpisce la superficie di captazione con un unico e definito angolo di incidenza.
Radiazione riflessa Componente della radiazione solare ricevuta da una superficie di captazione dopo la riflessione da parte del terreno, dell’acqua e della vegetazione circostante. E’ legata all’albedo del sito di installazione.
Radiazione solare [kWh/m2] È l’energia elettromagnetica che viene emessa dal sole come conseguenza dei processi di fusione nucleare. Per i moduli fotovoltaici, ovviamente, si considera la radiazione dopo il passaggio dell’atmosfera terrestre. La radiazione solare è l’insieme di tre componenti: radiazione diffusa, riflessa e diretta. La radiazione solare si distribuisce su una larga banda dello spettro elettromagnetico, ma la quasi totalità della radiazione (99,9%) è compresa nel range di lunghezze d’onda tra 0.17 e 4 μm. Inoltre quasi la metà della radiazione solare è nella parte visibile dello spettro, mentre l’altra metà appartiene all’infrarosso e all’ultravioletto.
Regolatore di carica Dispositivo che controlla e gestisce lo stato di carica della batteria impedendone una scarica troppo profonda.
Rendimento di conversione Rapporto tra la potenza fornita per un elemento FV e la potenza solare ricevuta. Ad esempio, se una cella quadra di 0.1m di lato riceve un irraggiamento di 1000W/m2 e fornisce unapotenza elettrica di 1.2W, il suo rendimento di conversione è: 1.2W / (1000W/m2 x 0.01m2) = 12%. È importante distinguere il rendimento di conversione intrinseco del materiale semiconduttore utilizzato e quello dei moduli FV (che dipende anche dal rapporto tra la superficie attiva e la sua superficie totale).
Rete elettrica L’insieme delle infrastrutture che connettono tra loro tutti i produttori e tutti i consumatori di elettricità. Il trasporto dell’energia elettrica avviene sotto forma di corrente alternata (50Hz in Europa) ad alta tensione al fine di ridurre le perdite.
Semiconduttori Sono solidi cristallini dotati di caratteristiche elettriche intermedie tra quelle dei conduttori e degli isolanti.
Silicio Elemento chimico contraddistinto sulla tavola degli elementi come Si e appartenente al 3° periodo e al gruppo IV del sistema periodico. E’ un semiconduttore, non presente libero in natura sebbene la sua diffusione sia seconda soltanto all’ossigeno. E’ il materiale più usato per realizzare celle fotovoltaiche. Il silicio in forma cristallina è anche l’elemento fondamentale con cui viene realizzata tutta la microelettronica odierna.
Silicio amorfo (a-Si) Forma di silicio non cristallino. Il rendimento di conversione di una cella amorfa si situa tra il 5 e l’8%.
Silicio cristallino Tipo di silicio a struttura cristallina. A seconda della struttura atomica che lo caratterizza, può essere monocristallino o policristallino. L’efficienza di conversione solare/elettrica di questa tipologia di silicio è compresa tra il 13% e il 16%.
Silicio monocristallino (sc-Si o mono-Si) Forma di silicio cristallino composto da un singolo cristallo di silicio. Il rendimento di conversione di una cella monocristallina si situa tra il 15 e il 22%.
Silicio poli o multicristallino (mc-Si o poly-Si) Forma di silicio cristallino composto da più cristalli di silicio. Il rendimento di conversione di una cella multicristallina si situa tra il 10 e il 16%.
Sistema di accumulo Insieme di accumulatori o batterie che stoccano l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici e che non viene immediatamente consumata.
Sistema di fissaggio Insieme di profili di ancoraggio, viti e piastre che consentono il fissaggio dei moduli fotovoltaici alle superfici.
Sistema di fissaggio zavorrato Sistema di fissaggio che prevede l’utilizzo di zavorre per l’ancoraggio dei moduli alle superfici, eliminando la necessità di forare.
Sistema fotovoltaico Sistema costituito da moduli fotovoltaici e dispositivi elettrici progettato per fornire potenza elettrica a partire dalla radiazione solare.
Sistema fotovoltaico ad isola Sistema fotovoltaico non collegato alla rete elettrica di distribuzione e quindi indipendente. E’ solitamente costituito da moduli fotovoltaici, regolatori di carica (Inverter a seconda dell’utenza) e accumulatori.
Sistema fotovoltaico connesso alla rete Sistema fotovoltaico che opera in parallelo alla rete di distribuzione dell’energia elettrica. Solitamente è costituito dai moduli fotovoltaici, da un Inverter e da un relativo impianto elettrico.
Sistemi di monitoraggio Dispositivi e software che permettono di controllare il funzionamento dell’impianto fotovoltaico e analizzare i dati di produzione.
Solarimetro Strumento utilizzato per la misurazione della radiazione solare globale. Può essere usato per misurare la radiazione incidente su una superficie sia orizzontale sia inclinata; in quest’ultimo caso misurerà anche la radiazione riflessa dal terreno.
Sottocampo Collegamento elettrico che permette di costituire il parallelo di più stringhe
STC (Standard Test Conditions) Condizioni standard con cui viene testato un modulo FV alla fine del suo ciclo produttivo: 25° di temperatura atmosferica, irraggiamento a 1.000 W/mq, sorgente parallela alla superficie del modulo in modo che i “raggi” siano perpendicolari ad essa. Nelle prove viene anche considerato il parametro A.M. (Air Mass) di 1,5 considerando la media dello spessore atmosferico.
Stato di carica [%] Percentuale di carica rispetto alla carica massima di un accumulatore.
Stringa Insieme di moduli o pannelli collegati in serie per ottenere la tensione di lavoro del campo fotovoltaico.
Tellurio di Cadmio (CdTe) Semiconduttore policristallino composto utilizzato per la costruzione di particolari celle fotovoltaiche.
Tensione [V] Unità di misura della tensione è in V. Caratterizza la differenza di potenziale elettrico tra due corpi o tra due punti di un conduttore o di un circuito.
TEP (Tonnellata equivalente di petrolio) Unità di misura dell’energia adottata per misurare grandi quantità, ad esempio nei bilanci energetici e nelle valutazioni statistiche. Equivale all’energia sviluppata dalla combustione di una tonnellata di petrolio. Essendo il potere calorifico del petrolio grezzo pari a 41.860 kJ/kg, una tep equivale a 41.860·103 kJ.
Tilt Angolo che caratterizza l’inclinazione del modulo sopra l’orizzonte, misurato positivamente dal piano orizzontale verso l’alto. Un modulo appoggiato orizzontalmente ha un tilt di zero.
Trasparenza Caratteristica di un modulo FV che definisce la quantità di luce che esso lascia passare. Il fornitore dà la sua trasparenza con suo grado: se esso è uguale a 0%, il modulo è opaco. L’efficienza di un modulo semi-trasparente è sempre inferiore a quella di un modulo opaco con medesima tecnologia e superficie.
Vita utile Periodo di tempo in cui un determinato componente è in grado di svolgere le sue funzioni operative ad un prefissato livello di prestazioni.
Voc [V] Tensione in circuito aperto (open circuit voltage), quando il carico è infinito.
Volt [V] Unità di misura della tensione. Ai capi di una cella fotovoltaica si stabilisce una tensione di circa 0,5 Volt.
Wafer Fetta di silicio di forma circolare che costituisce la base della cella fotovoltaica; il suo spessore è variabile tra 250 e 350 μm (millesimi di millimetro) ed è ottenuta dal taglio di un “cilindro” prodotto mediante la fusione del silicio.
Watt [W] Unità di misura della potenza elettrica. È la potenza sviluppata in un circuito da una corrente di 1 Ampère che attraversa una differenza di potenziale di 1 Volt.
Watt di picco [Wp] Unità di misura usata per indicare la potenza che un dispositivo fotovoltaico può produrre in condizioni nominali di funzionamento (irraggiamento 1.000 W/m2 e temperatura 25°C).
Wattora [Wh] E’ un’unità di misura dell’energia: equivale ad 1 Watt erogato per un’ora.